FORSE IL CLUB DI CANNABIS PIÙ RINOMATO DI BARCELLONA.

NotizieNotizie e tendenzeThailandia e cannabis legale: cosa c'è da sapere

Thailandia e cannabis legale: cosa c'è da sapere

Thailandia e cannabis legale: cosa c'è da sapere - Blog The High Class BCN

Thailandia è diventato il primo paese asiatico a depenalizzare su cannabis. Questa notizia non dovrebbe sorprendere più di tanto se pensiamo a mercati come quello europeo e/o americano, dove il consumo, la coltivazione e la vendita di marijuana diventano ogni giorno più facili.

Non c'è bisogno di lasciare Barcellona per ritrovarsi come una delle più importanti le migliori associazioni di cannabis della città di Barcellona.

Tuttavia, in Asia, quasi tutti i paesi hanno leggi molto severe sulla cannabis. Ad esempio, in Singapore Non solo la cannabis non può essere consumata all'interno del Paese, ma i cittadini non possono consumarla nemmeno all'estero.

Una vera legalizzazione della marijuana in Asia?

Ecco perché la notizia della liberalizzazione della cannabis in Thailandia è stata accolta come una vera e propria pietra miliare dagli appassionati di marijuana. Meno di 20 giorni dopo l'approvazione della legge che depenalizza il consumo, quasi un milione di persone si sono registrate per ottenere un certificato di coltivatore di marijuana.

Da un lato, questa legalizzazione rende la Thailandia il Paese più aperto sulla questione della cannabis, ma vale anche la pena notare che l'uso della marijuana rimane limitato e altamente regolamentato.

Infatti, la quantità di THC (tetraidrocannabinolo, il principio psicoattivo della cannabis) consentita era di 0,2%. Nel caso in cui la percentuale fosse più alta, le conseguenze potrebbero essere molto rigide. Fino a 5 anni per il possesso e fino a 15 anni per la vendita.

Era inoltre vietata la vendita ai minori di 20 anni e alle donne incinte.

Va chiarito che il consumo di cannabis non è consentito anche nei luoghi pubblici. La pena prevista è di 3 mesi di reclusione e una multa di 680 euro.

Il motivo: l'odore e il fumo della marijuana sono considerati un fastidio per i non fumatori.

La legalizzazione della marijuana come beneficio socio-economico

Il Progetto di liberalizzazione della cannabis in Thailandia L'obiettivo è anche quello di generare benefici economici per l'intero Paese, dato che gli studi sul mercato della marijuana suggeriscono che entro il 2024 si potrebbe raggiungere un fatturato di oltre 600 milioni di euro.

Per incoraggiare la coltivazione della cannabis, il governo ha regalato un milione di piante di marijuana ai cittadini come prova di fiducia nella nuova misura.

Tuttavia, come riportato da Bloomberg, gli oppositori della depenalizzazione sono riusciti a far rimandare in commissione il disegno di legge, approvato nel giugno 2022. Essi sostengono che il testo del disegno di legge è stato modificato in modo significativo dopo la prima lettura alla Camera dei Rappresentanti.

Oggi dovrebbe essere approvata una nuova versione della legge sulla depenalizzazione.


Fonti per il nostro articolo sulla Thailandia e la cannabis legale: cosa c'è da sapere:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2024 Weed Club The High Class  da PROZEUS. Tutti i diritti riservati.