FORSE IL CLUB DI CANNABIS PIÙ RINOMATO DI BARCELLONA.

CasaNotizieNotizie e tendenzeErba, erba, verde... È così che la cannabis viene chiamata in tutto il mondo.

Erba, erba, verde... È così che la cannabis viene chiamata in tutto il mondo.

Juanita, erba, ganjaerba, marijuanamarijuana, marijuana, origano, hashish, sono solo alcuni degli infiniti nomi che sono stati dati alla cannabis da quando le sue proprietà ricreative e medicinali sono diventate note (usando il Il CBD contro il Parkinsonad esempio).

Normalmente, una pianta presente in tutto il mondo ha fino a una mezza dozzina di nomi per lingua o cultura, ma questo non è il caso della cannabis, che in alcuni paesi, come ad esempio Messicoha accumulato più di un centinaio di nomi a partire dal XIX secolo, anche se la pianta, il Cannabis sativaarrivò in questo Paese a metà del XVI secolo ad opera degli spagnoli.

Cannabis nel mondo

Le origini del consumo di cannabis risalgono al III secolo a.C. e si ritiene che la pianta sia stata addomesticata nelle regioni dell'Asia meridionale e centrale, da dove ha iniziato a diffondersi grazie ai suoi diversi e variegati usi, comunemente noti come Canapa indiana.

L'esplosione di nomi per la cannabis è iniziata durante il XIX secolo e soprattutto durante il XX secolo, quando la cannabis è diventata clandestina, è stata dichiarata illegale ed è stata soggetta a persecuzioni, il che ha portato a battezzarla in molti modi diversi.

Il nome popolare più famoso della cannabis è originario del Messico: marihuana, marijuana o marijuana; Mary Jane in inglese.

La marijuana nel mondo anglosassone

Altro nomi internazionali sono ganja, amnesia, doobie, Houdini, reefer (da cui deriva il soprannome spagnolo grifo), grass, weed, green, spliff, herb, Bud, pot, joint, blunt, dank, bag of bones (per riferirsi a un sacchetto con diversi spinelli di cannabis).

Cannabis in altre regioni del mondo

Altro nomi nel mondo: maconha (in Brasile), banga (Guinea Equatoriale), porro, grifa, erba medica, mandanga, ecc. (Spagna), faso, fino, joi (Paraguay), marimba, cusumbo, maracachanga (Colombia), chala (Argentina), ma (Cina), ku-shung-pen (Giamaica), chanvre (Francia), ganja (Hindi), hanf (tedesco), tra gli altri.

È la droga psicotropa più consumata al mondo, quindi non sorprende che in ogni lingua abbia uno o più soprannomi.

Marijuana in Messico

Gli spagnoli portarono la canapa dall'India al Messico con l'intenzione di coltivarla per sviluppare l'industria tessile, ma la pianta fu presto destinata ad altri usi, medicinali e ricreativi.

Il Messico si aggiudica senza dubbio il premio per il paese con il maggior numero di nomi per la cannabis, come ha dimostrato Jorge García-Robles nel suo libro Antologia del vizio. Le avventure e le disavventure della marijuana in Messico (2013).

García-Robles nella sua ricerca ha raccolto più di cento nomi per la marijuana o marijuana, in testi letterari, ma anche in testi scientifici, come quelli raccolti nel Farmacopea messicana (1846).

Nomi semplici

I nomi della cannabis vanno da termini molto semplici a frasi di grande volo poetico, come shora o chora, chíchara, cavolfiore arrostito, clorofilla, atacama, erba medica, chipiturca, greña, grifa, moronga, morisqueta, mota, ecc.

Nomi poetici

La coda di pecora, la crema di leone, la signora dai capelli di fuoco, la dea verde, Doña Juanita, le foglie di semi di uccello giapponesi, le natiche d'angelo e il morbido seno di farfalla, tra gli altri nomi, potevano nascere solo nel corso di un'esperienza con Doña Juanita.


Cosa ne pensate del nostro post? Vi invitiamo a continuare a sfogliare i contenuti del nostro blog o a visitarci presso il nostro sito web associazione della cannabis Se anche voi, come noi, vi trovate nella città di Barcellona, volete contribuire ai nostri contenuti? Commentate qui sotto!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2024 Weed Club The High Class  da PROZEUS. Tutti i diritti riservati.